Tempo di crisi: come comunicare in pillole

“Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”, dice un famoso detto. Vale nella vita, quanto vale nella comunicazione. E’ nella gestione della crisi, infatti, che si testa l’efficacia di un management e dell’ufficio stampa di Enti/Aziende/Istituzioni. E’ nei momenti di rischio massimo, durante i quali il prestigio e la credibilità del soggetto in questione vengono messi alla prova, che si misura il valore di quel soggetto. Alcune utili pillole: – Prevenire, come sempre, è la maniera migliore per evitare un problema: è consigliabile effettuare un’approfondita analisi della vulnerabilità dell’azienda/Istituzione, stilando una lista dei punti deboli, così da[…]

Read more

DAL TAKE D’AGENZIA ALLA RASSEGNA STAMPA: LA VITA DI UNA NOTIZIA

Prima di essere una pagina di giornale sulle scrivanie degli uffici stampa, una notizia è tante cose. E’ prima di tutto un fatto da intercettare. Con le tecnologie attuali, con il dilagare dei social network, con la connessione sempre a portata di click, consentire a un fatto di entrare nel circuito delle notizie è ormai un’ovvietà. Eppure, il percorso “ufficiale” che una notizia compie è ancora oggi sempre lo stesso. Perché il mestiere di giornalista si è evoluto, ha allargato i suoi confini, si è “sdoganato”, ma mantiene costanti i suoi caratteri ontologici. E’ il giornalista, infatti, con la propria[…]

Read more
L’online non ha celebrato i funerali della carta stampata

L’online non ha celebrato i funerali della carta stampata. E non lo farà.

«Se la storia del libro ci insegna qualcosa, è che i nuovi media non rimpiazzano quelli precedenti». Basterebbe questa semplice dichiarazione dello storico Robert Darnton a spazzare via ogni dubbio di fronte alla profezia di Philip Meyer nella sua più famosa opera “The vanishing newspaper” : «Il primo trimestre del 2043 sarà il momento in cui l’ultimo, esausto lettore getterà via l’ultimo, raggrinzito quotidiano». Eppure il dibattito resta aperto da anni, a smentire l’una o l’altra tesi e senza mai arrivare a una definitiva e convincente risposta. Ha provato a mettere un punto  il confronto organizzato a Torino dalla Stampa in occasione[…]

Read more
Dall’addetto stampa all’influencer - data stampa

Dall’addetto stampa all’influencer: tutto cambia per non cambiare mai

Cambiano definizioni e nomi, ma il mestiere è sempre lo stesso. Dal pr e addetto stampa all’influencer digitale lo scarto, di primo acchito, può sembrare incolmabile: per tecnologie, per linguaggio, per pubblico di riferimento, per strategie. Eppure è il messaggio, nella comunicazione aziendale/istituzionale, a farla da padrone, e il messaggio è sempre lo stesso: diffondere attività, reputazione, interventi del soggetto che si desidera comunicare. Nella visione comune, si considera influencer un utente con migliaia di “fans” disseminati tra i vari social network. Ogni volta che condivide un post, un articolo, una foto o un video riesce a ottenere moltissime visualizzazioni[…]

Read more
Stare sul pezzo

Manuale del comunicatore: stare sul pezzo

Una dichiarazione, un comunicato stampa, un articolo, un’intervista, perfino una pubblicità o un discorso politico non nascono certo a caso. Sono figli di una delle espressioni più pronunciate nel mondo della comunicazione: “stare sul pezzo”. Stare sul pezzo non vuol dire conoscere una notizia, o almeno non solo. Significa tenersi informati; sapere esattamente chi o che cosa l’ha generata, l’antefatto e gli sviluppi, tutte le reazioni, i retroscena, curiosità e “degenerazioni”; conoscerne le interpretazioni e i commenti scatenati su Facebook e Twitter, seguire il dibattito che si sviluppa intorno a essa in TV e sui giornali, sulla stampa italiana e,[…]

Read more