PROFESSIONE INFLUENCER

A voler chiedere chi sono, come son fatti, quali sono le loro competenze, nessuno saprebbe dare un risposta. Esseri mitologici a metà tra lo schermo televisivo o dello smartphone e la realtà, sospesi tra verità e finzione.

Eppure tutti, ma proprio tutti sanno di chi si parla quando si pronuncia il termine influencer.

Letteralmente l’influencer è “una persona in grado di condizionare i gusti e le scelte di un determinato pubblico”, indirizzandone i comportamenti, il modo di vestire, i gusti culinari, le acconciature, addirittura la posa nei selfie. Una figura vecchia come il mondo (basti pensare ai reali di tutti i tempi, ai calciatori, agli attori, ai cantanti, agli idoli delle teen-ager) se non fosse che i social network hanno trasformato, quasi ribaltato tutto.

Chi è oggi l’influencer? E’ un soggetto specializzato e attivo nel creare contenuti su un determinato settore/tema, che vanta un grande seguito di follower sul web. Un social influencer non è semplicemente una persona popolare in Rete, ma è un soggetto capace di Influenzare le opinioni degli altri; fornire un’informazione dettagliata in modo continuo; produrre contenuti che vengono condivisi / ripostati / ritwittati / commentati da altri; generare intorno al proprio profilo una comunità di seguaci attivi su un argomento.

Non si tratta semplicemente di figure astratte, ma l’influencer occupa da tempo ormai un ruolo strategico nel marketing aziendale e nei processi comunicativi di moltissime società. In particolare, dopo aver testato un prodotto o un servizio, gli influencer condividono le proprie esperienze e i propri commenti sulle differenti piattaforme social: dai video su YouTube agli articoli sui blog, dai post di Facebook alle stories di Instagram. Il rischio è naturalmente che le aziende ne vadano a caccia e paghino le opinioni e i commenti degli influencer; un rischio che ormai, in realtà, è una delle voci più significative di un piano marketing: l’influencer sta diventando una vera e propria occupazione, l’aspirazione di molti, attivissimi cybernauti.

Naturalmente, due sono le domande che scaturiscono di conseguenza:

– come si diventa influencer?

– come si fa a scegliere il giusto influencer per la propria campagna di marketing? Davvero è sufficiente la popolarità in Rete?

Molti analisti e commentatori sono concordi sul fatto che la risposta a entrambe le domande è: personalità. Un soggetto qualunque può diventare influencer se ha personalità e riesce a imporla al web; un’azienda sceglierà sempre una personalità forte per proporsi al mercato.