L’ENGAGEMENT: IL SUCCESSO DELLA CONDIVISIONE

Chi mi ama mi segua”. E’ uno degli idiomi più utilizzati da sempre. Eppure, sebbene nella lingua parlata se ne faccia un uso per lo più ironico, i social network sembrano averne fatto la strada maestra, la filosofia di base.

Follower, like, condivisioni, retweet, commenti, ri-post: se un profilo o un lancio risultano interessanti alla Rete, la Rete li propone a se stessa e garantisce visibilità. Un cane che si morde la coda, per la verità: più una pagina facebook/twitter/instagram sarà capace di catturare l’attenzione, più otterrà “seguaci”; più otterrà seguaci, più catturerà l’attenzione.

In gergo, il fenomeno si chiama engagement: si tratta, cioè, del grado di coinvolgimento che un determinato contenuto suscita negli utenti. Ogni social network segue regole proprie, ma si può definire engagement il volume di interazioni generate dalla pubblicazione di contenuti di varia natura sui social network. Appunto i like, i commenti, le condivisioni, storie e visualizzazioni, menzioni, commenti, hashtag.

Più alto sarà l’engagement, maggiore sarà il successo.

La strategia più efficace per assicurarsi “fan” attivi e “fidelizzati” è anche la più banale: postare contenuti appassionanti e interessanti. Nel caso di un profilo aziendale, un contenuto non deve promuovere solamente un prodotto, ma costruire un’area di discussione su temi centrali del settore di appartenenza, mostrare la personalità del soggetto, così da favorire partecipazione, interazione scambio di opinioni. Solo questo aiuterà un’azienda a diventare leader nel proprio segmento di business. Necessario sarà intrecciare eventi di tendenza con i contenuti creati e promossi. Immagini, grafici, video sono sempre strumenti che garantiscono visibilità e viralità, aumentando il traffico sui propri social.

Esistono tre tipi di metriche del volume nei social media:

  • I follower: il pubblico che ha il potenziale di postare immediatamente il contenuto, mettendolo in diretta esposizione
  • La reach: il numero di individui cui il contenuto o la pagina sono stati esposti
  • Le impression: il numero totale di visualizzazioni per contenuto o pagina

La comunicazione aziendale, politica, anche personale, oggi, non può non tener conto e puntare ad accrescere proprio l’engagement, a diventare sempre più, cioè, punto di riferimento ed elemento centrale del dibattito in Rete, e dunque fuori.