Monitorare la Post-verità: una sfida possibile

Quando un anno fa il termine “post-verità” fu dichiarato parola dell’anno da Oxford Dictionaries (come ricorda il Prof. Antonio Nicita su Repubblica del 23 ottobre) qui a Data Stampa la questione non fu una sorpresa. La visione, naturalmente, è quella privilegiata di chi ha, quotidianamente da decenni, un punto di vista privilegiato non solo sui tradizionali mezzi di comunicazione, ma sui nuovi linguaggi e i nuovi media. Perché se è vero che post-verità si colloca a metà tra informazione puntuale e libertà comunicativa, scadendo a volte nelle fake news e nella manipolazione delle notizie, è anche corretto affermare che sono[…]

Read more