LA STRATEGIA DI UN LIKE

“M’ama, non m’ama, m’ama, non m’ama”. Like o non like. E’ l’ “essere o non essere” amletico dei giorni nostri, il moderno quesito quasi esistenziale di giovani e meno giovani al tempo dei social network. Perché – può sembrare banale – ma un like cambia l’umore, la giornata, l’autostima addirittura. Se è vero che l’approvazione degli altri è da sempre uno dei principali bisogni umani, è tanto più vero che oggi assistiamo a una costante e spasmodica ricerca di consenso, ammirazione, condivisione. Semplice vanità o nuova concezione di identità individuale? Il valore che si attribuisce a un like (su facebook,[…]

Read more

DATA STAMPA FORNITORE UNICO DELLA REGIONE TOSCANA: IL NUOVO MODELLO DELLA CONVENZIONE

Data Stampa, in raggruppamento d’impresa con TIM, dopo la vincente partnership in Banca d’Italia, si è aggiudicata anche la gara della Regione Toscana per l’affidamento del servizio di Media Monitoring e relativa infrastruttura. Una notizia che assume valenza rilevante perché apre a una modalità nuova di procedura di evidenza pubblica: la Regione Toscana si fa promotrice di un contratto quadro, divenendo capofila per un UNICO sistema di fornitura di media monitoring, garantendo al tempo stesso le peculiarità produttive e le metodologie organizzative degli enti e dei differenti gruppi redazionali operanti negli enti. Si pone come primo e solo esempio tra[…]

Read more

PROFESSIONE INFLUENCER

A voler chiedere chi sono, come son fatti, quali sono le loro competenze, nessuno saprebbe dare un risposta. Esseri mitologici a metà tra lo schermo televisivo o dello smartphone e la realtà, sospesi tra verità e finzione. Eppure tutti, ma proprio tutti sanno di chi si parla quando si pronuncia il termine influencer. Letteralmente l’influencer è “una persona in grado di condizionare i gusti e le scelte di un determinato pubblico”, indirizzandone i comportamenti, il modo di vestire, i gusti culinari, le acconciature, addirittura la posa nei selfie. Una figura vecchia come il mondo (basti pensare ai reali di tutti[…]

Read more

L’ENGAGEMENT: IL SUCCESSO DELLA CONDIVISIONE

“Chi mi ama mi segua”. E’ uno degli idiomi più utilizzati da sempre. Eppure, sebbene nella lingua parlata se ne faccia un uso per lo più ironico, i social network sembrano averne fatto la strada maestra, la filosofia di base. Follower, like, condivisioni, retweet, commenti, ri-post: se un profilo o un lancio risultano interessanti alla Rete, la Rete li propone a se stessa e garantisce visibilità. Un cane che si morde la coda, per la verità: più una pagina facebook/twitter/instagram sarà capace di catturare l’attenzione, più otterrà “seguaci”; più otterrà seguaci, più catturerà l’attenzione. In gergo, il fenomeno si chiama[…]

Read more

“POUPÉE DE MODE” E “CORRIERE DELLE DAME”: QUANDO IL GIORNALISMO S’INTERESSA DI MODA

“Una moda che non raggiunge le strade non è moda”. A dirlo fu Coco Chanel, e chiaramente si riferiva alla necessità di rendere la moda, il bel vestire, il buon gusto, l’amore per l’estetica appannaggio della gente comune. Evidentemente, però, il concetto non era oscuro a chi decise che di moda il popolo avrebbe dovuto anche leggere e parlare, al di fuori dei salotti e delle sale da the.  A chi “s’inventò” che neppure i giornali potevano esimersi dal portare “per le strade” la moda. Il giornalismo di moda in Italia nacque nel Settecento sulla scia di quello francese, inizialmente[…]

Read more